ormai ci siamo

Dal 25 Settembre al13 ottobre 2019 al Polo Espositivo Juana Romani, con il patrocinio dei Comuni di Velletri e Dolegna del Collio e con il sostegno dell’Istituto d’Istruzione Superiore Cesare Battisti la VII edizione del Velletri Wine Festival “ NicolaFerri”

OMAGGIO A MARIO SCACCIA E RUGGERO MASTROIANNI

Era il 2013, quando l’allora assessore alla valorizzazione dei prodotti locali, oggi Sindaco di Velletri  Orlando Pocci accoglieva con piacere il progetto presentato dal Circolo Artistico La Pallade Veliterna per la nascita di una manifestazione che potesse riprendere il progetto partito negli anni settanta del XX secolo dall’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo guidata dal presidente Bruno Murano per la nascita a Velletri di una manifestazione che potesse valorizzare il prodotto principe del territorio il vino attraverso una mostra confronto con altre realtà del territorio. Con questo spirito nasce il Velletri Wine Festival che vuole con il binomio arte e vino spronare i produttori del territorio a creare etichette d’artista porre al centro di una kermesse di livello l’eccellenza assoluta prodotta nella vasta campagna veliterna il vino. Questa nuova realtà non poteva non essere dedicata all’architetto Nicola Ferri, indimenticato assessore all’agricoltura della giunta del Sindaco Valerio Ciafrei che nel 1995 rilanciò la Festa dell’Uva e del Vino. In pochi anni la manifestazione è salita di livello da Via Furio nel 2014, dopo che il dirigente del Cesare Battisti di Velletri Eugenio Dibennardo ha affidato al Circolo Artistico La Pallade Veliterna la gestione della sede storica dell’Istituto d’arte è stata spostata nella storica struttura di Via Luigi Novelli  che ha ospitato nel 2016 l’orchestra a plettro di Taormina e nel 2017 ha visto partire il progetto dedicato a Luigi Magni che in collaborazione con l’Associazione Gigi e Lucia Magni ha portato alla nascita del museo dedicato al grande autore e regista romano e a sua moglie la costumista e scenografa Lucia Mirisola. La VII edizione che prenderà il via il prossimo 25 Settembre prevede alcune importanti novità alle ormai storiche sezioni dedicate alla pittura – scultura – grafica si aggiunge quella fotografica per il Premio “Eugenio e Giovanni Casentini” e quella per i corti cinematografici per il premio Helios film. Non mancheranno i passaggi attesi da tutti come quello del sorteggio per l’abbinamento delle etichette agli artisti partecipanti e l’assegnazione dei tradizionali premi, quello per la scultura dedicato al maestro veliterno Benedetto Di Vito, quello per la tecnica dedicato a Via Furio ( strada che per oltre trent’anni è stata sede della manifestazione), quello per la migliore opera rappresentante il territorio dedicato a Walter Pantoni, quello per il miglior soggetto sacro dedicato alla Madonna delle Grazie, quelli dedicati alla prospettiva, colore e composizione dedicati alla Cantina Sperimentale, a Menotti Garibaldi e a Via Bandina (antico nome di Via Luigi Novelli). Come sempre la commissione presieduta dall’Assessore alla Cultura Romina Trenta avrà il suo bel da fare per l’assegnazione dei tre prestigiosi premi nazionali: il XVIII Premio Nazionale Pallade Veliterna dedicato per il quarto anno allo scomparso maestro orafo Giglio Petriacci, il XXIX premio di pittura La Scaletta dedicato per il nono anno al fondatore del Circolo Artistico Gustavo Gualtieri e il III Premio Nazionale Luigi Magni per le arti grafiche. La VII edizione sarà dedicata a due importanti personaggi del mondo dello spettacolo il maestro Mario Scaccia indimenticato mattatore sui palchi dei più importanti teatri italiani e nel cinema di Magni interprete del Cardinale Piazza Colonna nel “Il Santo Soglio” e dell’imperatore Tiberio in Secondo Ponzio Pilato, il secondo personaggio è Ruggero Mastroianni fratello minore di Marcello, montatore che ha dato vita ai più importanti capolavori della storia del cinema italiano del secondo dopoguerra, ricordiamo la collaborazione con Federico Fellini – Mario Monicelli e il lungo sodalizio con Luigi Magni del quale oltre ad essere il montatore di fiducia era intimo e fraterno amico. Fu Magni a convincerlo a recitare per la prima ed unica volta nella sua carriera in Scipione detto anche l’africano dove accanto al fratello Marcello interpreta Scipione l’Asiatico. Quella che prenderà il via il prossimo 25 Settembre si preannuncia un edizione di spessore per la quale il Circolo Artistico La Pallade Veliterna si avvale della collaborazione della Galleria Vittoria della famiglia Todi in Via Margutta e del Dopolavoro ferroviario con il quale è partita in questo 2019 una proficua collaborazione, una fucina di idee che sta facendo nascere una serie di importanti progetti, quest’anno un settore specifico della manifestazione sarà riservato agli allievi del Liceo Artistico Juana Romani che esporranno i concorso i loro elaborati frutto della didattica dei tre indirizzi Arti figurative – desingner del gioiello e architettura e ambiente. Questo per dare ampia visibilità al lavoro che quotidianamente qualificati insegnanti svolgono nei laboratori di Via Parri, formando operatori delle arti visive destinati ad essere il ricambio generazionale che permette una continuità a manifestazioni come il Velletri Wine Festival. Il programma della manifestazione verrà reso noto il prossimo 23 agosto in una location prestigiosa dove verrà presentata l’edizione 2019. Un grazie lo devo al Dirigente Scolastico Eugenio Dibennardo per la continua stima e fiducia e in particolare al Sindaco Orlando Pocci all’Assessore Romina Trenta e al Vicepresidente del consiglio comunale Sabina Ponzo per la continua stima e fiducia che manifestano in ogni occasione. Un abbraccio e un grazie va alla famiglia Todi in particolare a Tiziana e Teodora che dopo il successo del SamPietrino D’ORO marguttiano continuano a stare vicino a Velletri e al Polo Juana Romani.

Alessandro Filippi